A Human Adventure – Milano, 27 settembre 2017 – 4 marzo 2018

Penso che la costruzione di mondi, l’idea di superare i limiti siano in qualche modo figli del pensiero computazionale, questo sconosciuto, questa entità astratta, che per me significa avere qualcosa di limitato e puntare all’infinito. Superare i limiti, i vincoli imposti dale forze, come ad esempio quella di gravità e, semplicemente, volare…

We-Lab, ovvero come avere un laboratorio in una normale aula non attrezzata

We-Lab sarà a Silea al Festival Smart Innovation, una soluzione interessante per riempire le aule di laboratori anche dove non ci sono gli spazi necessari. Lascio la parola a Paola Cirelli, già progettista della piattaforma ELLIE, che ha avuto esperienza diretta di We-Lab. WE-LAB: UN INCREDIBILE LABORATORIO DI SCIENZE Da tre anni collaboro con la […]

micro:bit – piccolo, divertente, luminoso, ricco di sensori, economico

micro:bit è un piccolo microcontrollore, poco più grande di una carta di credito, con 25 led programmabili singolarmente, due pulsanti che possono gestire 3 eventi (pulsante A premuto, pulsante B premuto, entrambi i pulsanti premuti), viene gestito anche l’evento “shake”, ovvero quando la schedina viene scossa. Già questo sembra abbastanza, ma c’è anche molto altro.

ELLIE: una piattaforma digitale per la didattica di oggi

Un progetto molto interessante che merita di essere diffuso perchè raccoglie le sfide dell’insegnamento di oggi: inclusività, gamefication, pensiero computazionale, flipped classroom, che più in generale mette lo studente al centro della didattica e rende la didattica stessa fruibile anche al di fuori delle aule scolastiche. Inoltre, cosa per me molto importante dato che sono una mamma intrufolata nel mondo della scuola, riesce a rendere partecipi anche i genitori in un modo che non è di ingerenza ma di collaborazione.

Pixel Art – un evergreen scalabile per età e classe

La Pixel Art sembra un’attività molto semplice e a tratti infantile, ma con gli opportuni richiami ad altre materie può essere uno spunto per approfondimenti importanti anche per i più grandi.

Prima superiore: come applicare il pensiero computazionale ad una passeggiata in montagna

Come applicare il pensiero computazionale e che strumenti usare dopo la primaria e dopo la secondaria di primo grado?
Scratch si può usare con ragazzini di 14-15 anni?
Per rispondere a queste domande ospito e presento molto volentieri l’esperienza di “pensiero computazionale in classe” svolta all’ITTS Vito Volterra di San Donà di Piave coordinata da Morena De Poli.